Classe a colori 2017

Post in evidenza

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA a cura dell'ins. catia Eusepi PRIMO MESE -  FASE GLOBALE FARE OBIETTIVI: instaurare rapporti c...

Il numero 4 e i musicanti di Brema

Il numero 4 e i musicanti di Brema

Da vedere

Da ascoltare
i musicanti di brema favola grimm
Meno conosciuta, ma ricca di significati la fiaba dei fratelli Grimm, I musicanti di Brema. 
Racconta la storia di quattro animali: un asino, un cane, un gatto e un gallo che si ritrovano complici in un’emozionante avventura che cambierà completamente le sorti del loro destino.

Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia

Risultati immagini per materiale giornata mondiale dei diritti dei bambini
 CONVENZIONE ONU

I diritti dei bambini in parole semplici

Lorenzo Terranera , Comitato Italiano per l'UNICEF , 

Vi consiglio questa pubblicazione


Materiali disponibili su


Diritto di essere un bambino



Diritto alla famiglia


Il diritto al gioco
Diritto all’educazione
Diritto alla salute
Materiale disponibile su Maestramary
Lo speciale 
I segnalibri
Risultati immagini per materiale giornata mondiale dei diritti dei bambini

Alla scoperta di numeri e fiabe


Forte è la valenza che le fiabe possono avere nel coinvolgimento dell’alunno sul piano emotivo e personale. Credo che un approccio carico di significato affettivo costituisca una strategia didattica efficace per un insegnamento che considera la motivazione come aspetto qualificante e come condizione essenziale perché abbia luogo l’apprendimento. (Pontecorvo,1983)

I bambini procedono alla scoperta dei numeri attraverso il racconto di fiabe e storie.

Il percorso didattico vuol tener conto non solo degli aspetti cognitivi, ma anche di quelli emozionali
permettendo ai bambini di costruire conoscenze in modo divertente, vivace e coinvolgente dal punto di vista emotivo, per l’identificazione con i personaggi e per le situazioni problematiche da affrontare e da risolvere intorno alle quali si svolge la maggior parte delle vicende che stimolato la fantasia, la curiosità, l’intuizione e la riflessione.
Riflettiamo sulla narrazione, sui luoghi e sui personaggi. I bambini raccontano e drammatizzano, cantano.
Poiché sono stati introdotti i simboli di maggiore e minore, passando attraverso la rappresentazione di insiemi più potenti e meno potenti, una bambina mi fa notare come il fiato emesso dal lupo per far cadere la casetta di paglia è minore di quello per far cadere le altre due casette;
il fiato del lupo per far cadere la casetta di legno è maggiore di quello servito a far cadere la casetta di paglia;
mentre quello per far cadere la casetta di mattoni "è molto, molto maggiore ma il lupo non ce la fa!"

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA SECONDO MESE

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA
a cura dell'ins. Catia Eusepi
SECONDO MESE -  DAL GENERALE AL PARTICOLARE
OSSERVARE
OBIETTIVI:
  • cogliere somiglianze e differenze in oggetti concreti, figure, parole;
  • discriminare “pezzi” uguali all’interno di parole note, non necessariamente coincidenti con le sillabe;
  • individuare “pezzi” di parole note in parole nuove;
  • notare la ricorrenza degli stessi “pezzi” nelle parole;
  • rendersi conto della posizione che i “pezzi” individuati occupano all’interno della parola: all’inizio, al centro, alla fine
  • riconoscere le vocali
  • riconoscere ed elaborare le caratteristiche fonologiche delle parole: lunghezza, suoni iniziali e finali

Matematica: ordinamento di grandezze

Matematica: ordinamento di grandezze
Seriazioni

successione costruita disponendo gli elementi in base a una relazione d'ordine

Propongo attività didattiche allo scopo di aiutare i bambini ad acquisire consapevolmente capacità di ordinamento favorendo lo sviluppo dei processi cognitivi che stanno alla base del concetto ordinale di numero.
La strutturazione temporale è importante anche per l'apprendimento della letto-scrittura.
I bambini stavano giocando con gli ordinamenti già durante le attività di ed. motoria ma dalle attività matematiche e dai TEST BIN 4-6 mi sono accorta che emergevano difficoltà anche nell'ordinamento di 3 elementi.

L'avvio lo ha dato un gioco motorio di ordinamento sulla base dell'altezza: di volta in volta l'alunno doveva mettere in ordine, dal più alto al più basso o viceversa, quattro compagni e la maestra che si erano mescolati (5 elementi). Una volta ordinati, l'intero gruppo classe verificava l'esattezza dell'ordinamento e nel caso vi fosse un errore forniva suggerimenti al compagno per la correzione.

Requisito fondamentale è la possibilità di compiere comparazioni cogliendo la differenza nella proprietà che serve per ordinare.
Le tappe sono:
  • comparazione tra due
  • comparazione tra tre 
  • comparazione tra più elementi

I bambini hanno poi seguito la fiaba di "Riccioli d'oro e i tre orsetti" che presenta oggetti di diversa grandezza (grande, medio, piccolo); hanno drammatizzato la fiaba e poi hanno lavorato sulle attività di seriazione proposte in "Laboratorio logica" Erickson, ordinando dal più piccolo al più grande gli orsetti, ma ragionando prima su chi potesse essere il primo della fila e chi l'ultimo, dove potesse trovarsi la mamma (prima o dopo l'orsetto), dove potesse trovarsi il papà, sollecitando la verbalizzazione attraverso le domande stimolo.


Ho poi dato ai bambini altri disegni da ordinare: tre colori, tre soli, tre palloni ed hanno lavorato autonomamente ritagliando, ordinando, incollando secondo la relazione d'ordine dal più grande al più piccolo.

Streghe per Halloween

Occasioni didattiche per affinare la motricità fine, il controllo motorio sui piccoli movimenti delle mani e delle dita, grazie ad attività di coloritura, ritaglio, costruzione producendo piccoli fori e inserendo fermacampioni

Strega articolata per Halloween
Prima di iniziare il laboratorio manuale, abbiamo riflettuto sulle fasi di lavoro ed ordinato in sequenza le azioni necessarie per realizzare la strega, utilizzando gli indicatori temporali PRIMA DOPO POI INFINE.

  1. PRIMA INCOLLO
  2. DOPO COLORO
  3. POI RITAGLIO
  4. INFINE COMPONGO LA STREGA
La strega, inserita di seguito,è stata reperita su Pinterest tra il materiale selezionato dal sito BussolaScuola che tra le numerose bacheche ne ha una dedicata alle schede per la scuola.

Galleria fotografica Global Junior Challenge 2017


Galleria fotografica Global Junior Challenge 2017
Esposizione progetti finalisti e cerimonia finale presso il Campidoglio


Post correlati

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette