Classe a colori 2017

Post in evidenza

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA a cura dell'ins. catia Eusepi PRIMO MESE -  FASE GLOBALE FARE OBIETTIVI: instaurare rapporti c...

Materiale per il laboratorio di geografia

Diorama di un bioma
I biomi terrestri, ambienti terrestri
Schede di approfondimento sulle caratteristiche di ogni ambiente
http://online.scuola.zanichelli.it/barbonescienzeterravita/files/2010/01/APP_ST_A04.pdf

Larapedia -I Principali biomi terrestri http://www.larapedia.com/geografia/principali_biomi_terrestri.html
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Taiga
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Zona polare
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Tundra
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Foresta pluviale
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Deserto
Risultati immagini per diorama biomi terrestri
Savana

Il serpente: il solitario di CodyRoby.

Il serpente: il solitario di CodyRoby.
Riuscite a guidare roby su tutti gli scacchi senza mai passare su quelli già visitati? Avete a disposizione solo le 40 carte del mazzo e 120 secondi...

The Scale of the Universe 2

The Scale of the Universe 2

The scale of the universe

The Scale of the Universe 2, un' animazione in flash dove si può passare dagli elementi più piccoli a quelli più grandi del creato e capirne le proporzioni.
E' possibile approfondire la conoscenza dei vari elementi illustrati, semplicemente cliccandoci sopra. La rotellina del mouse, oppure la barra di navigazione permetterà di avvicinarvi o allontanarvi nell’universo.

Un'esperienza affascinante per far capire ai bambini quanto è vasto e minuscolo il mondo in cui viviamo.

La nascita del sistema solare
La Nascita del Sistema Solare from Albedo Fulldome on Vimeo.

YouTube channel of the European Space Agency (ESA)
PAXIE IL SISTEMA SOLARE

GO TO THE BLACKBOARD

CODING IN CLASSE DI INGLESE


GO TO THE BLACKBOARD
a cura dell'ins. Catia Eusepi

  • L’aula viene sistemata in modo tale che fra banchi, sedie e altri elementi si possano creare tanti percorsi che portano da un punto preciso in fondo all’aula fino alla lavagna.
  • In coppia i bambini pensano, provano e scrivono un percorso, da far eseguire ad un’altra coppia di compagni, usando i comandi in lingua inglese (turn left, turn right, move forward….) ed inserendo lungo il percorso tre “stop” ai quali corrisponderanno tre comandi divertenti da eseguire correttamente per poter procedere nel percorso (touch his nose, clap your hands, open your mouth ….). Inoltre si mettono d’accordo su quale sarà il messaggio da scrivere sulla lavagna al loro arrivo quando sarà il loro turno di gioco.
  • Una volta che le coppie hanno pianificato il percorso da proporre inizia il gioco: la coppia che impartisce i comandi sarà “Cody” mentre la coppia che esegue le istruzioni sarà “Roby”.
  • Vince la coppia che esegue il percorso con meno errori, che ha compreso meglio le istruzioni e che è stata originale e corretta nel lasciare all’arrivo, sulla lavagna, un messaggio divertente in inglese (I’m Roby: the crazy robot; we like this game, …)

PAROLA MIA IO NON TI CONOSCO!

PAROLA MIA IO NON TI CONOSCO!
Jigsaw per la scoperta degli avverbi
a cura dell'ins. Catia Eusepi

GALLERIA FOTOGRAFICA DELLE ATTIVITA' REALIZZATE

I FASE -  L’insegnante illustra il lavoro di gruppo che ci si appresta a svolgere comunicando che si inizierà con una fase di lavoro individuale durante la quale ogni membro del gruppo dovrà analizzare una frase data secondo determinate indicazioni; poi si passerà al momento del confronto nel gruppo degli esperti per cui si incontreranno tutti i numero uno di ciascun gruppo, i numeri due e così via, insieme dovranno rispondere a domande stimolo sulle frasi in loro possesso; una volta tornati nel gruppo di origine verranno confrontate le osservazioni di tutti rispondendo ad un’altra serie di domande stimolo; a questo punto si arriverà alle conclusioni.


II FASE - (lavoro individuale) la classe viene divisa in gruppi da quattro alunni ciascuno e ad ogni membro del gruppo viene assegnata una frase da analizzare nel modo seguente






MARCO
LEGGE
VELOCEMENTE



Scrivi le domande a cui i sintagmi rispondono nella prima riga in alto e fai l’analisi logica con le abbreviazioni nella seconda riga in alto: poi fai l’analisi grammaticale nella riga inferiore (prerequisiti già posseduti). C’è una parola che non conosci, potrebbe sembrarti un aggettivo, tralascia la sua analisi grammaticale te ne occuperai più tardi con gli altri esperti.


III FASE - si riuniscono i gruppi degli esperti ed osservando le proprie frasi rispondono alle seguenti domande stimolo:
  • avete trovato tutti almeno una parola sconosciuta? Quale?
  • Riflettete sulla domanda alla quale risponde, è la stessa per tutti? Qual è?
  • Formulate la domanda nel modo più preciso possibile per vedere con quale sintagma ha a che fare, a quale si riferisce ( ogni gruppo di esperti avrà frasi con avverbi dello stesso tipo: modo, tempo, quantità, luogo)
  • Scrivete le vostre annotazioni sui post it
IV FASE – Si torna nel gruppo di origine con la propria frase e le proprie osservazioni, si opera il confronto, si risponde insieme alle seguenti domande stimolo:
  • se togliessi la parola sconosciuta la frase sarebbe più precisa o meno precisa?
  • Quale sintagma precisa la parola sconosciuta?


V FASE - A questo punto l’insegnante chiede ad ogni capogruppo di esporre le conclusioni e dalla discussione comune scaturirà che le parole sconosciute precisano il modo, il quando, il quanto o il dove del verbo: sono gli avverbi.

In un secondo momento utilizzando gli avverbi in altre frasi, durante una lezione partecipata, gli alunni si renderanno conto che gli avverbi servono anche a precisare un altro avverbio o un aggettivo e che esistono anche nella forma delle locuzioni avverbiali.

Giochi d'autunno

Giochi delle edizioni precedenti per allenarsi per i Giochi d'autunno
Materiale di proprietà del Centro PRISTEM dell'Università Bocconi. Non riproducibile in alcuna forma senza preventiva autorizzazione.
Altri giochi degli anni passati Categoria CE


Le classi raccontano le buone pratiche dell'Istituto Comprensivo Frosinone 4 alla Città Educativa di Roma

Città Educativa di Roma
sabato 8 ottobre, 9.30 - 13.30
LE BUONE PRATICHE DI INNOVAZIONE NELLA DIDATTICA
Mostra dei progetti realizzati dalle scuole e dalle associazioni romane
Sfida e premio "Volontari della conoscenza"

Sabato 8 ottobre gli alunni delle classi quinte del plesso "Maiuri" si sono recati alla Città Educativa di Roma per la sesta giornata della Phyrtual Innovation Week , la mostra delle buone pratiche didattiche di scuole e associazioni del territorio.




In parallelo squadre di studenti e docenti si sono sfidate per il Premio Volontari della Conoscenza elaborando e presentando le proprie idee progettuali.

Primo classificato: Girogiocando

Un'app gioco con mappe del patrimonio artistico italiano e traduzione multilingue delle informazioni. Si procede verso i livelli successivi per test sui vari obiettivi raggiunti. 
Punti di forza: si possono conoscere monumenti e luoghi di interesse storico culturale. Si imparano più lingue. Si ripassa la storia e la geografia. Si esplorano i percorsi gastronomici tipici. 

La squadra formata da Giulia Ricci, Martina Ferretti, Alexandra Stan, Andrea De Carolis (IC Masina, Roma),  Adriana Marciante (LC Aristofane) Lia Stega (liceo Ceccano Frosinone), ha visto cimentarsi anche le nostre Sara Colapietro, Sara Fabrizi (IC Frosinone 4) che con la loro squadra hanno vinto il primo premio aggiudicandosi la possibilità di realizzare l'App nei lab della Fondazione Mondo Digitale insieme ai coach.


GALLERIA FOTOGRAFICA UFFICIALE di Fondazione Mondo Digitale

Phyrtual Innovation Week promossa dalla Fondazione Mondo Digitale




A Roma prima edizione della Phyrtual Innovation Week promossa dalla Fondazione Mondo Digitale con le aziende che investono in formazione. Una settimana di eventi, dal 3 all'8 ottobre, per dialogare con esperti, confrontarsi con decisori e manager, scoprire le migliori pratiche didattiche, sperimentare strumenti innovativi, imparare nei nuovi ambienti digitali della Palestra dell'Innovazione. Al via cinque progetti dedicati ai giovani: Coding Girls, IoT Acceleration,Women in Technology, Internet of Everything e Phyrtual Factory. In Campidoglio la presentazione di un nuovo modello per l'educazione con Tullio De Mauro.

L'obiettivo è condividere network, agenda progettuale e programma formativo con la comunità degli innovatori e la cittadinanza, per contribuire al processo di allineamento della scuola con le nuove sfide educative della società complessa. Ogni giorno la presentazione di un progetto dedicato ai giovani, alla "generazione in transizione", per renderla consapevole e protagonista nei processi di cambiamento, in progressiva accelerazione.

Sabato 8 ottobre spazio alle "Buone pratiche di innovazione nella didattica": la pubblicazione "Innovazione nella scuola romana: dotazione digitale e proposte formative della Città Educativa di Roma" si trasforma in un libro aperto per condividere esperienze e progetti con una mostra e una sfida tra volontari della conoscenza.

Anche una delegazione delle classi quinte del plesso Maiuri del nostro Istituto Comprensivo sarà al centro delle attività:
  • con uno stand per raccontare la scuola e i progetti realizzati
  • con una squadra fatta di docenti e studenti. All'interno dei laboratori ci sarà una sfida tra più scuole, insieme docenti e studenti dovranno ideare una proposta progettuale. La più interessante sarà realizzata nel corso dell'anno scolastico nei lab di Fondazione Mondo Digitale e con l'aiuto dei coach.
Live twitting della settimana con l'hashtag #PIW2016.

Il programma completo [in formato pdf]

Post correlati

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette