Classe a colori partecipa al Global Junior Challenge 2017

Post in evidenza

Le classi raccontano le buone pratiche dell'Istituto Comprensivo Frosinone 4 alla Città Educativa di Roma

Città Educativa di Roma sabato 8 ottobre, 9.30 - 13.30 LE BUONE PRATICHE DI INNOVAZIONE NELLA DIDATTICA Mostra dei progetti realizzati d...

La moltiplicazione

La moltiplicazione come schieramento per capire che le quantità si ripetono per un numero preciso di volte e si possono leggere sia in orizzontale che in verticale permettendo ai bambini di intuire facilmente la proprietà commutativa della moltiplicazione.

La linea del 100 di Bortolato

“Senza molte spiegazioni è possibile in un attimo scoprire il significato della moltiplicazione come ripetizione. Basta muovere le asticelle senza arrivare a fine corsa creando schieramenti e ci accorgiamo che ad ogni schieramento corrisponde l’esatto prodotto numerico: è la tabella Pitagorica. Che meraviglia!” (maestro C. Bortolato)

 

Lavorare sulle parole dei problemi

“Un problema è la NARRAZIONE di una storia, che fornisce alcune 
informazioni e lascia al lettore l’individuazione di altre informazioni non esplicitate” (Bruner)
Qualsiasi testo anche quello di un problema, offre delle informazioni esplicite o implicite che l'alunno deve ricavare.

Per far ciò è necessario attuare un percorso transdisciplinare (che supera le singole discipline e punta sulle capacità da attivare nell'allievo) sulle parole dei problemi.

ANALISI DEL TESTO
1. Conoscere e comprendere il significato di parole specifiche 
• del linguaggio comune: decodificare i quantificatori (pochi. 
tanti. tutti. parecchi, ognuno, almeno, nessuno, ogni, ciascuno, in 
meno, in più tanti quanti.... ), le preposizioni (per, a, ad, in.... ), i 
pronomi (ne.... ) e il soggetto sottinteso. 
• del linguaggio matematico: comprendere termini specifici 
quali: somma, differenza, resto, totale, complessivamente, rimanenti, restanti, quanto manca, altrettanti, in comune, coppia, doppio, triplo.... 

2. Passare da un’icona (dalla lettura di un testo, da una 
drammatizzazione…) al testo del problema 
• Interpretare serie di immagini o vignette, relative a storie e vicende, in successione temporale. 
• Ricavare informazioni, numeriche e non, da immagini singole, da testi letterali, da drammatizzazioni 
• Formulare il testo di un problema contenente le informazioni trovate 

3. Passare dal testo di un problema alla sua rappresentazione attraverso una icona (un testo narrativo, una drammatizzazione…) 
• Esplicitare il contesto. 
• Rielaborare il testo e rappresentarlo 
• Trasformare il problema in un testo

4. Collegare il testo alla sua rappresentazione con i numeri 
• Rappresentare il testo con i numeri e le operazioni. 
• Formulare un testo a partire da un algoritmo 

Dati
Saper rilevare dati numerici e non 
• evidenziandoli, 
• spiegandoli verbalmente, 
• traducendo in numeri o simboli i dati non numerici, 
• rappresentandoli graficamente. 

Saper rilevare la domanda: 
• evidenziandola, 
• spiegandola verbalmente, 
• provando a riformularla 
• provando a toglierla (e lavorando sul testo risultante) 

Legame fra dati e contesto 
• Partendo da alcuni dati costruire un testo coerente
• Partendo da un dato algoritmo costruire un testo coerente  

Individuare il legame fra i dati e la domanda 
• scegliere tra più domande quella più appropriata per sfruttare tutti i dati considerati. 
• formulare un testo a partire dai dati e dalla domanda o dalla 
sola domanda 
• riconoscere problemi possibili e non. 
• modificare il testo di problemi impossibili per renderli possibili. 

LA DOMANDA 
• formulare la domanda appropriata in problemi con domanda mancante. 
• formulare tutte le domande possibili in una situazione problematica senza domanda 
• scomporre un problema in sottoproblemi, ciascuno con una domanda sola.  

Adattamento dal percorso proposto da

Una parte del percorso è stato avviato in classe prima con la decodifica dei quantificatori e di alcuni termini matematici specifici.



In classe seconda si è proceduto a ricavare semplici testi a partire da immagini. Quindi si è passati a rappresentare il testo con i numeri e le operazioni.
 

Il percorso continua con attività intorno a dati, contesto e domanda.  
  • leggere un testo e rispondere alle domande su informazioni esplicite e implicite;
  • leggere un testo e individuare l'azione che si deve compiere (togliere, vuotare, comprare, aggiungere, dividere, separare, contare...);
  • riconoscere nel testo la domanda;
  • formulare la risposta coerente con il testo avendo a disposizione domanda e risultato;
  • inserire la domanda coerente con il testo;
  • scrivere il testo a partire dalla domanda;
  • trovare all'interno di un testo dati utili, nascosti, inutili, mancanti.

Italiano consolidamento e recupero

Maestrantonella 
http://www.maestrantonella.it/

Aiutare i bambini a analizzare nomi e articoli
a costruire la frase minima:

  • Saper cogliere usare i suoni della lingua. 
  • Saper leggere e comprendere. 
  • Sapersi concentrare saper usare l’attenzione selettiva 
  • Saper comprendere le consegne 


Giochiamo a carte: http://www.maestrantonella.it/DSA/CD-BES/materiali/GIOCHIAMO%20A%20CARTE%20ARTICOLI-NOMI.pdf

articoli-nomi
80 carte da gioco da stampare per l'analisi dei nomi e degli articoli e per la costruzione della frase minima.

INDOVINA LA FRASE
Un gioco didattico da utilizzare nella scuola primaria per attività di costruzione di frasi e di comprensione del concetto di frase (Cos’è una frase? Quali sono gli elementi che rendono una frase coerente e coesa?).
Si gioca in due. Il primo giocatore scrive una frase senza che il suo compagno lo veda.
Il programma scompone la frase da indovinare in una serie di parole che scorrono in ordine sparso nell'acqua di un fiume, trasportate dalla corrente.
Il secondo giocatore deve guidare la canoa di Jos (usando i tasti direzione della tastiera: destra e sinistra) evitando i pericoli del fiume e, nello stesso tempo, deve leggere le parole che scorrono, cercando di capire e ricostruire l'intera frase.
In queste operazioni, il secondo giocatore deve fare attenzione a non cadere nel fiume più di 10 volte e a non esaurire il tempo disponibile, che è di circa due minuti.
Quando ritiene di essere in grado di ricostruire la frase originale, il secondo giocatore clicca sull'apposito pulsante e scrive la frase.
Il gioco può essere usato anche con la LIM.
Il file compresso, scaricabile qui sotto, contiene alcuni suggerimenti didattici per l'uso didattico del gioco al computer e con le lavagne interattive multimediali SMART e INTERWRITE.

Scienze: gli animali

Prime classificazioni

Da una semplice mappa nasce una lunga conversazione per comprendere i diversi modi di classificare gli animali:
  • secondo l'ambiente in cui vivono
  • il numero di zampe
  • il tipo di nutrimento
  • il tipo di riproduzione (solo un accenno)


Emergono concetti già appresi e concetti nuovi, si conoscono vocaboli specifici del linguaggio scientifico.
Agli alunni viene richiesto di utilizzare la mappa come guida e di scrivere un testo che spieghi quanto affrontato durante la conversazione ( i bambini producono una traduzione, dalla mappa al testo).

In una fase successiva gli alunni vengono impegnati a lavorare a coppie o piccolo gruppo e a produrre una pagina dello schedario degli animali.
Il lavoro verrà realizzato con le pagine prodotte da ogni coppia.
Il gruppo sceglie il primo animale, di cui deve realizzare la scheda, in accordo con il resto della classe (animali diversi); 
poi verbalizza le informazioni relative all'animale prescelto (dove vive, è ricoperto di piume, pelo, squame,quante zampe ha, come si muove, ha uno scheletro, che cosa mangia, come si riproduce, comportamento); 
infine completa il lavoro ricercando un'immagine dell'animale. 

La canzone della tabellina del 5

La canzone della tabellina del 5
Il mambo della tabellina del 5



La tabellina del 5 da colorare
E poi i giochi per divertirsi con le tabelline:

GIOCO delle tabelline ma anche delle operazioni scegli tu a cosa vuoi giocare e la difficoltà
CRUCITABELLINE TABELLINA DEL 5 
Ripasso la tabellina del due GIOCA (Scegli la tabelline del quattro)
Palle di neve GIOCA (Scegli la tabelline del cinque)
Rompi le uova GIOCA (Scegli la tabelline del cinque)
I pesciolini GIOCA (Scegli IL LIVELLO EASY E la tabelline del cinque)
Trova i numeri delle tabelline GIOCA (Scegli la tabelline del cinque)

La canzone della tabellina del 4

La canzone della tabellina del 4
La canzoncina della gattina diamante



La tabellina del 4 da colorare
E poi i giochi per divertirsi con le tabelline:

GIOCO delle tabelline ma anche delle operazioni scegli tu a cosa vuoi giocare e la difficoltà
CRUCITABELLINE TABELLINA DEL 4 
Ripasso la tabellina del due GIOCA (Scegli la tabelline del quattro)
Palle di neve GIOCA (Scegli la tabelline del quattro)
Rompi le uova GIOCA (Scegli la tabelline del quattro)
I pesciolini GIOCA (Scegli IL LIVELLO EASY E la tabelline del quattro)
Trova i numeri delle tabelline GIOCA (Scegli la tabelline del quattro)

La scatola dei ricordi

Sin dal principio dell'anno scolastico, i bambini  lavorano alla loro scatola dei ricordi.

Nella prima fase hanno decorato il contenitore personalizzandolo, successivamente hanno cominciato ad inserire materiali , documenti, disegni, appunti, lavori realizzati durante le attività a scuola.
La finalità del laboratorio è quella di svolgere alla fine dell'anno una ricostruzione storica utilizzando i vati tipi di fonte raccolti nella scatola, i ricordi, le testimonianze ordinando il tutto sulla linea del tempo.





Post correlati

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette